iBookstore, si cercano giovani scrittori

Con l’arrivo dell’iPad in Italia, prende forma il progetto di iBookstore! Il “negozio” o libreria virtuale, dovrebbe contenere molti tomi – in tutte le lingue – che possono essere scaricati, a pagamento o in maniera del tutto gratuita, dagli utenti Apple. Questi libri virtuali potranno essere consultati sul tablet di casa Apple! Nelle scorse settimane, avevamo parlato già dell’arrivo dell’iBookstore Italiano, spiegando che era stato accolto con molta freddezza dagli editori nostrani. Il motivo principale è la diffidenza ad associarsi allo stile Apple, accettanto tutte le regole e restrizioni che la Apple impone a chi deposita un titolo su questo sistema. Infatti è facile poter vedere come gli “scaffali” virtuali dell’iBookStore Italia siano molto vuoti, o comunque pieni di titoli gratuiti: questo accade perchè sono titoli molto vecchi e non protetti da copyright. Le severe restrizioni della Apple potrebbero dunque lasciare vuoto questo interessante progetto iBook, per questo la Apple ha deciso di cambiare rotta e rivolgersi ai giovani scrittori. Dunque potremmo dire che la Apple vuole dare una chance di notorietà e perchè no di successo anche economico, a perfetti sconosciuti che inseriranno i loro volumi sull’iBookStore. Gli scrittori dovranno accettare le condizioni della Apple, dovranno procurarsi un ISBN (International Standard Book Number) e il testo dovrà essere convertito prima del caricamento in file ePUB. I libri potranno essere caricati solo tramite un software Apple che bloccherà il libro elettronico, in modo che possa circolare solo su questo sistema e non in altri ambienti.

Pietro Gugliotta