Marchio iPad: Apple paga 60 milioni di dollari a Proview

Qualche tempo fa, Apple ebbe a che fare con una azienda cinese, la Proview: l’azienda cinese deteneva il nome iPad. Dunque l’uscita del primo tablet di casa Apple, fu l’occasione per avviare una battaglia legale fra l’azienda cinese e l’azienda di Cupertino: i cinesi sostenevano di aver inventato loro il nome iPad, al contrario di Apple che voleva avere questo marchio. La problematica maggiore era così legata al mercato cinese: Apple avrebbe potuto continuare a vendere gli iPad con tale nome all’estero, ma non sarebbe mai potuta arrivare in Cina con questo marchio. Così è nata una battaglia legale, risolta nei giorni scorsi. Come si legge in un comunicato ufficiale del tribunale di Guangdong, la controversia sul nome iPad si è conclusa. C’è stata infatti una mediazione fra Apple e Proview: a seguito di una richiesta molto importante di Proview, le parti si sono accordate. Apple pagherà 60 milioni di dollari a Proview per concludere questa difficile questione legale: una cifra molto più bassa rispetto alle richieste di Proview, che aveva chiesto anche 400 milioni di dollari. Le condizioni finanziarie dell’azienda cinese però erano molto gravi, così le parti sono riuscite ad accordarsi ad una cifra molto più bassa, quella di 60 milioni di dollari. Soldi che l’azienda cinese dovrà utilizzare per liquidare i creditori, ma probabilmente questo potrebbe non bastare per salvare la società. Apple comunque risolve una questione di importanza vitale, che avrebbe potuto bloccare le vendite dell’iPad in Cina, secondo mercato mondiale per importanza.