Trojan Flashback, Kaspersky: “Sicurezza? Apple 10 anni indietro rispetto a Microsoft”

Non si è ancora arrestata l’emorragia dei computer Mac colpiti dal virus Trojan Flashback: secondo Symantec, ci sarebbero ancora 140.000 Mac infetti. Ciò nonostante gli aggiornamenti proposti da Apple che hanno praticamente risolto il problema, seppur con una lentezza assolutamente censurabile. Sicuramente il peggio è passato: dai circa 700.000 dispositivi infetti, siamo lentamente scesi in due settimane al valore di 140.000. La situazione migliora e nelle prossime settimane il virus sarà pressochè sconfitto su tutti i Mac. Quello che fa riflettere, è il pensiero di Eugene Kaspersky, fondatore del Kaspersky Lab, dunque grande esperto di sicurezza informatica. Kasperky spiega come Apple sia incredibilmente indietro in fatto di sicurezza rispetto a Microsoft. “Credo che Apple sia 10 anni indietro rispetto a Microsoft in termini di sicurezza. È sempre stato possibile sviluppare malware per Mac ma questa volta è stato un po’ diverso. Per esempio, faceva domande per essere installato nel sistema e poi, avvalendosi delle vulnerabilità, riusciva a intrufolarsi nello spazio utente senza alcun allarme” spiega Kaspersky alla conferenza Security 2012. Lo stesso esperto di sicurezza, conferma poi che questo virus è stato un vero e proprio successo degli hacker, dunque è molto probabile che nelle prossime settimane o nei prossimi mesi, gli stessi cyber criminali possano riprovarci, attaccando ancora i Mac.