Steve Wozniak: “iPhone 6? In ritardo di tre anni”

Steve WozniakUno dei due fondatori della Apple, Steve Wozniak, è stato intervistato in merito alle ultime uscite dell’azienda di Cupertino. Dichiarazioni sempre molto ferme e decise, che bacchettano i vertici dell’azienda americana. Secondo Wozniak, intervistato da Cnn Money in occasione dell’inaugurazione dell’Innovation Center Capital One in Texas, l’uscita dell’iPhone 6 colma una lacuna abbastanza evidente, quella di uno smartphone dal display più grande. Un settore del mercato che fino ad ora non era interessato ad Apple, che anzi aveva assicurato che avrebbe proseguito lungo la strada degli smartphone con display dalle dimensioni ridotte, salvo fare una contraddittoria marcia indietro con gli ultimi dispositivi. Per questo Wozniak bacchetta i vertici Apple. “Apple potrebbe aver avuto una quota molto più grande nel mercato degli smartphone se avesse introdotto un iPhone con schermo più grande tre anni fa. Avrebbe potuto competere meglio con Samsung” commenta uno dei due fondatori della Apple. Ma non è l’unica stoccata all’azienda di Cupertino: parole molto dure anche per l’Apple Watch, in uscita nel 2015. “E’ uno smartband di lusso” dichiara, snobbando il dispositivo. “E’ più distintivo di tutti gli altri. E chi lo sa? Potrebbe vendere bene. Ci sono un sacco di polsi la fuori” scherza, prima di precisare che una sua opinione più concreta potrà arrivare solo dopo aver provato l’Apple Watch.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.