Apple, Tim Cook apre alle API di terze parti

tim cookApple ha da sempre posto un pesante veto all’interno di iOS, il sistema operativo mobile realizzato dall’azienda di Cupertino. I dirigenti Apple infatti non hanno mai voluto accogliere le richieste, avanzate da più parti, per una maggiore apertura del sistema operativo. Questa chiusura di Apple ha in parte influito negativamente sulla sorte di iOS, a vantaggio di Google Android, da sempre un sistema mobile aperto. Adesso Apple sembra aver riflettuto su questa opportunità: Tim Cook, il CEO di Apple, ha confermato che nelle prossime versioni, iOS sarà più aperto. Un primo esempio di apertura del codice, arriverà dalla possibilità di ottenere alcune API per iOS da sviluppatori di terze parti. “Sul tema dell’apertura delle API penso dovremmo aprirci di più in futuro, ma non nella misura di mettere a rischio il cliente o permettergli di avere una brutta esperienza. C’è sempre il rischio di superare una linea sottile incamminandosi in quella strada” spiega Cook, chiarendo che iOS resterà comunque un sistema operativo mobile stabile e sicuro. Cook infatti ritiene che la chiusura di Apple iOS sia uno dei punti di forza del sistema operativo di Cupertino, dato che permette di ottenere una grande sicurezza, caratteristica apprezzata dai tantissimi utenti che ogni giorno scelgono i dispositivi iOS.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.