Phishing su App Store: anche PayPal conferma

Avevamo parlato qualche giorno fa dell’attacco hacker che aveva colpito alcuni utenti dell’App Store: cosa era successo? Si trattava di phishing, gli utenti avevano consegnato inconsapevolmente i loro dati di accesso ad iTunes ad hacker che aveva provveduto a svuotare i loro conti. Nella questione era stata coinvolta l’agenzia PayPal, che però ha risposto in questi giorno confermando le voci di phishing.Ecco le parole di Michael Barrett, responsabile principale della sicurezza di PayPal. “Abbiamo studiato attentamente la questione, e siamo giunti alle seguenti considerazioni.
1) il sistema PayPal per sé non è stato compromesso e continua ad essere sicuro;
2) se sono stati colpiti da questo problema, hanno fornito ai criminali i dati di accesso al conto PayPal.
Apple ha inoltre confermato che ‘i server iTunes non sono stati compromessi. Per i clienti che hanno visto spese iTunes non autorizzate sul vostro conto PayPal o carta di credito, Apple ha raccomandato di rivolgersi al proprio istituto di credito su una richiesta di chargeback e cambiare la password di iTunes subito. Sono alcuni suggerimenti utili per la protezione tuo account iTunes sicurezza. Inoltre, se avete avuto addebiti fraudolenti al tuo conto PayPal, si prega di chiamare il servizio clienti PayPal – vi aiuteremo a ottenere il rimborso spese”.
Poi Barrett ha consigliato gli utenti di utilizzare solo password sicure, mediamente difficili, e di non consegnare mai a nessuno i propri dati di accesso ai conti online.

Pietro Gugliotta