Come sbloccare un iPhone 2.0.x usando QuickPwn (Windows)

Queste sono le istruzioni da seguire per effettuare un jailbreak e in seguito uno sblocco della parte telefonica di un iPhone con firmware 2.0.x usando il programma QuickPwn per Windows. Prima di seguire questo tutorial raccomandiamo di connettere il vostro iPhone al computer e assicurarsi che iTunes lo abbia rilevato. Vi ricordiamo inoltre che si tratta ancora di una versione beta.

Passo Uno

Create una cartella chiamata quickpwn sul vostro desktop. Scaricate QuickPwnGUI da qui e salvatelo nella cartella appena creata.

Scaricate i firmware 2.0.2 per il vostro iPhone: se avete un iPhone 1 generazione il file da scaricare è iPhone1,1_2.0.2_5C1_RestoreDownload, se invece avete un iPhone 3G  iPhone1,2_2.0.2_5C1_Restore. Inserite anche questo file all’interno della cartella quickpwn.
2.0.2 (2G): iPhone1,1_2.0.2_5C1_Restore.ipsw
2.0.2 (3G): iPhone1,2_2.0.2_5C1_Restore.ipsw

Passo Due

Estraete il file zip scaricato (QuickPwnGUI120.zip) per avere l’eseguibile chiamato QuickPwnGUI120.exe.

Passo Tre

Fate doppio click sul file estratto (QuickPwnGUI120.exe) per eseguirlo.
Vi verrà richiesto di selezionare il tipo di iPhone che avete. Fatto questo premete il tasto freccia blu per continuare.

Passo Quattro

Una finestra vi chiederà di scegliere il firmware del vostro iPhone. Selezionate il firmware appena scaricato nella cartella quickpwn folder sul vostro desktop e premete il tasto Open.

Passo Cinque

Se il firmware dell’iPhone è corretto, QuickPwn mostrerà a video un segno di spunta color verde. Premete il tasto freccia blu sulla destra per continuare.

Passo Sei

A questo punto QuickPwn vi chiederà di personalizzare l’installazione decidendo quale software installare tra Cydia e Installer, e selezionare i loghi che andranno a sostituire quelli della Apple (sempre che lo vogliate).
Premete il tasto freccia blu sulla destra per continuare.

Passo Sette

Premete il tasto Go per lanciare l’applicazione da riga di comando QuickPwn.

Passo Otto

Vi verrà in seguito richiesto di spegnere l’iPhone e premere il tasto Invio una volta che l’iPhone sia spento.

Passo Nove

Adesso dovete mettere nella modalità di ripristino DFU l’iPhone. Qui sotto vi riportiamo le istruzioni che dovete eseguire al prossimo passo. Studiatele e cercate di memorizzare correttamente la sequenza:

  1. Tenete premuto il tasto Sleep/Wake button (che vedete nella foto) per 5 secondi;
  2. Sempre tenendo premuto il tasto Sleep/Wake, premete e tenete premuto il tasto home button (che vedete nella foto) per dieci secondi.
  3. Adesso senza lasciare il tasto home button, rilasciate il tasto Sleep/Wake.
  4. Attendete 30 secondi, continuando a premere il tasto home button


Passo Dieci
Adesso premete il tasto y e iniziate a seguire la procedura che abbiamo riportato qui sopra (le istruzioni su quando eseguire questi passi vi vengono mostrate a video):

  1. Tenete premuto il tasto Sleep/Wake button (che vedete nella foto) per 5 secondi;
  2. Sempre tenendo premuto il tasto Sleep/Wake, premete e tenete premuto il tasto home button (che vedete nella foto) per dieci secondi.
  3. Adesso senza lasciare il tasto home button, rilasciate il tasto Sleep/Wake.
  4. Attendete 30 secondi, continuando a premere il tasto home button



Passo 11

Alcuni secondi dopo aver seguito la procedura che vi abbiamo riportato qui sopra QuickPwn inizierà a eseguire le operazioni che vi permetteranno di sbloccare l’iPhone

Dopo aver eseguito 8 operazioni QuickPwn vi chiederà di attendere mentre viene effettuato il jailbreak dell’iPhone. Potete premere il tasto chiudi in qualsiasi momento per chiudere la finestra.


Se avete un iPhone 2G e volete sbloccare la parte telefonica basta semplicemente installare ed eseguire BootNeuter da Cydia.

NOTA***: L’esecuzione di questa guida permetterà di aggiornare il firmware dell’iPhone senza perdere le impostazioni, i contatti e le applicazioni.

RINGRAZIAMENTI***: Un grosso ringraziamento va a al Dev-Team  e poorlad per aver creato questa applicazione.

Via iClarified

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.