Traduzione dell’articolo di George Hotz su Gbootloader

gbootloader.jpgDopo la notizia che abbiamo dato questa mattina riguardo alla possibilità di effettuare il downgrading degli iPhone con bootloader 4.6 alla 3.9, per meglio spiegare il perchè di questo strumento, pubblichiamo un estratto dell’articolo dal titolo “Facciamo il punto della situazione” libera interpretazione di “Where we stand” con cui George Hotz presenta Gbootloader:

ZiPhone si è rivelato essere uno strumento popolare, utilizzato da molte persone.

Quello che fa è avviare un file ramdisk non certificato (unsigned) che contiene uno script con il quale è possibile attivare, fare un jailbreak ed uno sblocco del cellulare. Se volete visualizzare il file ramdisk tagliate 0xCC2000 dal file dat e installatelo come dmg.


Lo script lo trovate nella cartella /etc/profile. Grazie a Zibri che è riuscito a scrivere uno patch di controllo bootloader adesso funziona anche per bootloader 3.9.

ZiPhone attualmente riesce a sbloccare gli iPhone con bootloader 4.6 e 4.02.13. Per sbloccare gli iPhone 4.03.13, è necessario fare il downgrading del bootloader e portarlo alla versione 3.9.

Gbootloader cancella e fa il downgrading del vostro bootloader.

L’articolo continua con dettagli molto tecnici che vi invito a leggere da suo blog

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.