iPhone 1.1.3: cambiamenti pesanti dietro le quinte

seeqpod_iphone_2.jpg

I ragazzi di cre.ations.net, molto attivi nell’attività di sblocco degli iPhone hanno avuto occasione di poter esaminare il nuovo firmware 1.1.3 in profondità (usando una tecnica molto raffinata non sviluppata da loro) ed hanno notato dei cambiamenti molto interessanti che hanno pubblicato all’interno di un articolo apparso sul loro blog. I cambiamenti più radicali sono:


– Non è più necessario modificare SpringBoard (attraverso SummerBoard) per cercare di fare in modo di visualizzare le applicazioni extra nella cartella /Applications

– Tutte le applicazioni vengono eseguite ora dall’iPhone attraverso un utente ‘mobile’ invece che come root.

– Le impostazioni del cellulare sono state spostate dalla cartella /var/mobile a /var/root

Volete sapere che cosa significa tutto ciò?
L’iPhone con firmware 1.1.3 è pronto per le applicazioni ufficiali sviluppate con SDK.

Anche se al momento non ci sono applicazioni esistenti che possano essere acquistate (fatta eccezione per il pacchetto di aggiornamento dell’iPod Touch), l’architettura del nuovo firmware appare essere pronta per poter ospitare questi nuovi programmi.

Sembra inoltre che il framework (funzioni di programmazione) abbia subito notevoli cambiamenti, probabilmente per renderlo più semplice ai programmatori che si vogliono avvicinare al nuovo firmware. Un fatto preoccupante è però che molte delle applicazioni esistenti non ufficiali non funzioneranno nel nuovo iPhone.

Infine nel nuovo SpringBoard sembra sia stato introdotto il supporto per i widget. Contiene infatti una classe chiamata SBWidgetApplication responsabile dell’installazione del pacchetto e della posizione della icone.

1 Trackback & Pingback

  1. iPhone 1.1.3: oggi o domani in arrivo il metodo di sblocco

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.