Papers la vostra biblioteca scientifica personale

screenshot.jpg

Contrariamente al comune pensare, i Mac non vengono utilizzati esclusivamente dai grafici, pubblicitari, fotografi o altre categorie di persone che hanno fatto della creatività il loro lavoro, ma anche dalla comunità scientifica internazionale che trova nella semplicità e intuitività del Mac uno strumento di lavoro efficace.

Uno dei più grandi problemi che si trova ad affrontare le persone che ruotano intorno al mondo scientifico e accademico in generale, è quello di riuscire a catalogare, memorizzare, ordinare e ricercare l’enorma mole di documenti e articoli scientifici, solitamente in formato PDF, che quotidianamente vengono pubblicati dalle riviste specializzate.

award_07.jpgProprio per risolvere questo problema voglio segnalarvi un’applicazione chiamata Papers, che ha vinto lo scorso anno l’Apple Design Award for Best Scientific Computing solution e che ha la funzione proprio di permettervi di archiviare, ordinare, ricercare, scaricare e leggere i numerosi documenti scientifici, con i quali avete a che fare quotidianamente, all’interno di un unico programma che diventa in questo modo il punto di riferimento delle vostre letture. Numerose sono le funzioni che Papers mette a disposizione all’interno di questo programma:

Funzioni di importazioni

L’importazione dei documenti presenti nel Mac all’interno del programma può essere fatta sia utilizzando il menu file e importando la cartella o le cartelle che contengono i file in PDF, oppure attraverso delle semplici operazioni di trascinamento (drag & drop) dei documenti nel programma Papers.

Riempimento dei Metadati

Moltissime volte capita di avere dei documenti in PDF privi delle informazioni contenute nei metadati, come autore, rivista, anno di pubblicazione, in questo caso viene in soccorso una utilissima funzione presente all’interno del programma che permette di confrontare il DOI  – Document object identifier, codice univoco di riferimento del documento – di un file PDF con i principali motori di ricerca utilizzati dal mondo scientifico come PubMed, Google Scholar, NASA-ADS e risalire così a quelle informazioni che mancavano al nostro documento.

Download dei documenti

screenshot_archiving_thumb.jpgSempre utilizzando i motori di ricerca del mondo scientifico (PubMed, etc), dall’interno del programma è possibile risalire ad una pagina web contente il documento in PDF che stavamo cercando e scaricarlo all’interno della nostra libreria personale di Papers.

Lettura dei documenti

I documenti presenti all’interno del programma possono essere sfogliati agevolmente con i tasti cursore e visualizzati sulla parte destra dello schermo oppure aprirli a tutta pagina per una più agevole lettura. Ad ogni pagina del documento è possibile inoltre associargli delle note.

Per concludere Papers è sicuramente un programma che risulterà utilissimo se non indispensabile a quelle persone che quotidianamente hanno a che fare con una mole ingente di file in PDF.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.